Terra Madre Americas – The Road to Terra Madre fa tappa a Sacramento

17 Maggio 2024

Ecco il programma internazionale di Terra Madre Americas, a Sacramento dal 17 al 19 maggio.

La prima edizione di Terra Madre Americas, organizzata da Slow Food e Visit Sacramento, offre un programma internazionale in cui i visitatori possono partecipare a conferenze, laboratori e degustazioni. I temi principali al centro dell’evento sono il caffè, il vino e i principali alimenti dei Paesi latinoamericani, che rappresentano la ricchezza della loro biodiversità e cultura e sono diventati commodities. Questo evento internazionale esplora l’interconnessione del cibo con vari aspetti della nostra vita e dell’ambiente, tra cui la crisi climatica, la giustizia sociale e l’educazione all’interno del sistema alimentare e delle bevande. Questa prima edizione rappresenta un’anticipazione di ciò che Terra Madre Americas sarà nei prossimi anni, dove l’intero continente e molte comunità saranno attivamente coinvolte.

Riflettori puntati sul caffè

La Slow Food Coffee Coalition, una rete internazionale, aperta e collaborativa che unisce tutti coloro che sono coinvolti nella filiera del caffè, presenta un ricco programma in cui appassionati ed esperti possono mettere alla prova le loro conoscenze e assaggiare nuovi sapori.

Presso le Barista class i visitatori affrontano le conoscenze teoriche sul caffè, le origini, il processo di tostatura e, naturalmente, tanti aspetti pratici legati al mondo del caffè. Il corso, tenuto da Francesco Impallomeni di Nordic Roasting, è incentrato sull’espresso e sulle bevande a base di espresso e si rivolge sia ai professionisti che ai semplici amanti del caffè. Al termine del corso, i corsisti acquisiranno una comprensione teorica e pratica dell’erogazione dell’espresso e delle abilità di base della latte art. Il corso si terrà tutti i giorni ed è gratuito previa iscrizione. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

La conferenza “Trends in Specialty coffee” presenta una panoramica delle tendenze emergenti nel campo degli specialty coffee, dal cold brew all’automazione, dai nuovi metodi di lavorazione post-raccolta ai nuovi modi di analizzare l’aroma del caffè. Mario Fernandez e Peter Giuliano la terranno ogni giorno e la partecipazione è gratuita previa registrazione. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Il Coffee Value Assessment è un nuovo sistema di valutazione del caffè, proposto dalla Specialty Coffee Association, che prende in considerazione tutti i diversi attributi di un caffè prodotto in modo sostenibile, per scoprire quali attributi sono preziosi per il valutatore. In questo workshop i visitatori possono imparare a conoscere il sistema ed esercitarsi nelle valutazioni sensoriali in una degustazione. Mario Fernadez, Technical Officer di Specialty Coffee Association, e Peter Giuliano, Executive Director della Coffee Science Foundation e Chief Research Officer SCA, sono i responsabili del workshop, che si svolge venerdì e sabato ed è gratuito previa registrazione. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Silvia Rota ed Emanuele Dughera della Slow Food Coffe Coalition, sono protagonisti dell’incontro dedicato al Sistema di garanzia partecipativa, scoprendo approcci alternativi per garantire la qualità del caffè, e promuovendo al contempo l’inclusività e la partecipazione attiva. Verranno presentati i Sistemi di Garanzia Partecipativa (PGS), metodi di certificazione di base che coinvolgono diversi stakeholder lungo la filiera. La conferenza si tiene domenica ed è gratuita previa registrazione. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Riflettori puntati sui territori bioculturali dell’America Latina

L’açaí brasiliano

In un Laboratorio del Gusto incentrato sull’açaí brasiliano, la cuoca Maria do Socorro Almeida Nascimento condivide le sue conoscenze sull’açai, dalle sue origini alle sfide che le comunità stanno affrontando per continuare a preservare questo prodotto, comprese le migliori pratiche di produzione. Le bacche di açaí sono originarie della regione amazzonica e si trovano principalmente vicino a fiumi e torrenti nell’estuario del Rio delle Amazzoni. Negli anni ’80 è stata riconosciuta come un superfood e negli anni ’90 l’urbanizzazione ne ha esteso il consumo alle città. L’açaí è fondamentale per la salute e il sostentamento delle popolazioni rurali e urbane dell’Amazzonia, in quanto alimento di base. Tuttavia, la sua trasformazione in commodity ha portato a problemi come le cattive condizioni di lavoro e lo sfruttamento della manodopera, in particolare nel processo di raccolta. I visitatori hanno l’opportunità di assaggiare l’“Essencia do ver-o-peso” durante il primo evento dedicato all’açaí e “Entre as matas e os rios”. Durante il secondo, proponiamo due piatti a base di açaí. Il Laboratorio del Gusto si svolge venerdì e domenica. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Il mais messicano

Durante il Laboratorio del Gusto dedicato al mais messicano, Jesus Roberto Poot Yah, agricoltore messicano, insieme a Monica Orduña Sosa, dell’Alleanza dei cuochi di Slow Food in Messico, esplorano il mais in tutte le sue complessità, approfondendo le sue origini ed esaminando gli ostacoli che gli agricoltori incontrano nella coltivazione di questa coltura, ma anche le migliori pratiche legate al sistema di coltivazione della milpa. L’onnipresenza del mais ha un impatto profondo sulle nostre vite. Nato in Messico 7.000-10.000 anni fa, costituisce il nucleo della dieta mesoamericana, intrecciandosi con fagioli e zucche nel sistema tradizionale della milpa. Il controllo delle corporations erode la biodiversità, le conoscenze ancestrali e l’autonomia economica, aumentando le disuguaglianze. In risposta, il Presidio Slow Food del Sistema Milpa in Chiapas preserva la diversità del mais, sostiene l’agricoltura tradizionale e commercializza tostadas a base di milpa, favorendo la resilienza culturale ed economica. Durante il primo evento la chef Monica Orduña Sosa prepara un assaggio chiamato “Freschezza di mais tostato”, mentre durante il secondo prepara un altro piatto a base di mais, “Picaditas Milpa”. Il workshop si svolge venerdì e sabato. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

La panela colombiana

Nel Laboratorio del Gusto sulla panela colombiana, i visitatori affrontano il tema della canna da zucchero con Leidy Casimiro Rodríguez, una contadina agroecologica cubana, che spiega le origini del prodotto, le sue proprietà, ma anche le sfide quotidiane che i coltivatori affrontano, concludendo con alcune buone pratiche che possono essere adottate. La produzione dello zucchero produzione pone significativi problemi di salute, ambientali e sociali. Rivalutare il suo ruolo nella società è imperativo, con i contesti storici e di produzione che fungono da punti di riflessione cruciali. Dalle sue antiche origini asiatiche allo sfruttamento dell’era coloniale nei Caraibi, la traiettoria dello zucchero solleva profonde considerazioni sul suo impatto. Abbracciare approcci agroecologici offre un percorso verso la conservazione culturale e alternative sostenibili. Durante questo momento di introduzione al mondo della canna da zucchero, Eduardo Martinez Cañas dell’Alleanza dei cuochi Slow Food di Bogotá, prepara un piatto utilizzando la panela, uno zucchero di canna integrale non raffinato, un pesce con viche al vapore, il distillato di canna da zucchero colombiano, per completare il viaggio con un’attività di degustazione. Il workshop si svolge venerdì. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

La quinoa cilena

Nel Laboratorio del Gusto sulla quinoa cilena, la produttrice Andrea Carolina Oyarzo Mansilla, parla della quinoa in tutte le sue sfumature, dalle sue origini alle sfide che gli agricoltori devono affrontare nella coltivazione di questo prodotto. Inoltre, si affronterà anche il tema delle buone pratiche che possono essere messe in atto.

Ricca di proteine, fibre e minerali, la quinoa è considerata un superalimento. Tuttavia, delle oltre 6.000 varietà, solo tre dominano il mercato internazionale. La domanda globale ha avuto un impatto significativo sulle regioni di produzione tradizionali. Nonostante il suo significato culturale, la quinoa ha subito un declino di popolarità durante la colonizzazione, pur rimanendo cara alle comunità indigene. Alla fine del XX secolo, la convalida scientifica delle sue proprietà nutrizionali ha suscitato un interesse globale, trasformandola da prelibatezza locale a cibo ricercato a livello mondiale. In questo contesto, la rete Slow Food della regione andina promuove le ricette tradizionali a base di quinoa, preservando il patrimonio culturale e incoraggiando pratiche di coltivazione sostenibili. Oltre a questo dibattito, durante il primo evento di degustazione si assaggia K’ispiñas de quinua (biscotto andino ancestrale), un cracker salato cotto al vapore su un letto di paglia, mentre durante il secondo si degusta un biscotto con vera mousse di quinoa, biscotti dolci di quinoa rossa, che saranno cucinati sul posto da Maria Ruth Gutiérrez Vargas, dalla Bolivia. Il laboratorio si svolge sabato e domenica. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Inoltre, durante la presentazione del prodotto, i partecipanti potranno assaggiare la delizia di Cupuaçu, preparata in loco. Si tratta di un piatto realizzato con ingredienti tipici brasiliani, tra cui il cacao, preparato dalla cuoca di Slow Food Patricia Ellen Rodrigues Nicolau, di Rio de Janeiro. Dai templi mesoamericani alle prelibatezze europee, il viaggio del cacao ha rimodellato i paesaggi culinari. Tuttavia, dietro il suo fascino si nasconde una verità preoccupante: i coltivatori di cacao sono spesso sottopagati e sopportano condizioni difficili. La produzione etica di cacao, come quella del Presidio Slow Food del cacao di Cabruca, a sud di Bahia, in Brasile, mira a responsabilizzare i coltivatori, a preservare la biodiversità e a creare cioccolato sostenibile ed equo-solidale.

Il laboratorio si svolge sabato. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Durante il Laboratorio del Gusto dedicato al cacao brasiliano e al viche colombiano

Leidy Casimiro Rodríguez, agricoltore cubano, parla delle aziende agricole agroecologiche con particolare attenzione alla canna da zucchero, delle sfide che gli agricoltori affrontano ogni giorno per portare cibo buono, pulito e giusto sulla tavola di tutti e del tema dell’adozione di buone pratiche nei sistemi alimentari.

La presentazione è accompagnata da una deliziosa degustazione di cacao e canna da zucchero, cucinata sul posto da Eduardo Martinez Cañas, dalla Colombia, e Patricia Ellen Rodrigues Nicolau, dal Brasile: pollo con mais e salsa panela e un soufflé al cioccolato. Il workshop si svolge domenica. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Riflettori puntati su Cibo e salute

Nell’area Cibo e salute i visitatori possono scoprire le connessioni tra la salute umana e quella del pianeta. Attraverso esperienze interattive, i visitatori possono trovare risposte e portare a casa buone pratiche per migliorare la propria alimentazione, sostenere il benessere degli animali e proteggere l’ambiente. Nell’angolo Play Slow i bambini e le famiglie che visitano l’evento possono partecipare ad attività divertenti ed educative incentrate sul cibo, sui sensi e anche sull’orticoltura. Gli educatori di Slow Food guidano queste esperienze.

Questo spazio dedicato ai bambini permette loro di esplorare il cibo attraverso i sensi e di fare domande sulla sua provenienza, su come viene prodotto e su chi lo produce.

La partecipazione a queste attività è gratuita, non è richiesta registrazione.

Riflettori puntati sul vino

Durante la Masterclass giornaliere dedicate al vino i visitatori possono conoscere i vini californiani di varietà meno conosciute originarie di Francia, Italia, Portogallo e Spagna che hanno messo radici in California. Scopriranno un bianco portoghese, un Mourvedre leggermente frizzante di El Dorado, un blend rosso della contea di Amador, un Sangiovese da vigne biodinamiche di Lodi, un blend rosso italiano a bassa gradazione alcolica e un Cinsault storico da vigne storiche.

Nella masterclass “Latin America: land of great wines and great differences” i visitatori esplorano l’affascinante enologia dell’America Latina, che oggi esprime punte di altissima qualità. Il tutto unito all’agricoltura sostenibile e alle pratiche agronomiche biologiche e biodinamiche. Sarà anche una cavalcata tra tecniche diverse e vitigni disparati, per godere di un ampio affresco di ciò che sta accadendo nel mondo del vino latinoamericano. La Masterclass si svolge sabato. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

La Masterclass “Slow Wine goes local” esplora la regione della “Superior California” che comprende Lodi, le colline della Sierra Nevada, il Delta californiano e la contea di Yolo, dove si trovano molti vecchi vigneti e i produttori della Slow Wine Coalition che li custodiscono. I vini selezionati raccontano la storia di questi terroir e mostrano il talento dei produttori che hanno preservato questo prezioso patrimonio. La regione predilige le varietà che amano il caldo, come il Cinsault, il Syrah e lo Zinfandel, ma ci sono sorprese come l’Albarino dietro ogni angolo. La Masterclass si svolge domenica. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

La Masterclass Growing Great Grapes: Amador County’s Legendary Shake Ridge Ranch Masterclass mostra come i migliori produttori di vino californiani e i viticoltori emergenti vengano a Sutter Creek per ottenere grandi uve. Dal 2005, i produttori di vino, dai più importanti di Napa ai giovani viticoltori naturali, ambiscono a utilizzare le 14 varietà che la leggendaria viticoltrice Anne Kraemer coltiva meticolosamente nella Contea di Amador, ai piedi della Sierra, da Barbera, Grenache e Syrah a Tempranillo e Zinfandel. La Masterclass si svolge domenica. Evento a pagamento. https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Il 20 maggio, l’evento si sposta al Mulvaney’s B&L per una giornata dedicata esclusivamente ai professionisti del settore, che avranno l’opportunità di incontrare più di 30 cantine provenienti dagli Stati Uniti e dall’America centrale e meridionale, tutte aderenti alla Slow Wine Coalition.

https://www.slowfood.com/events/terra-madre-americas/ Tickets available here: https://visitsacramento.ticketspice.com/terra-madre-americas

Skip to content