approfondimento conferenza

La crisi del grano e la resistenza della rete Slow Grains

slowfood mark

Paese

Torino, Italy

Ora locale

11:00

27 Settembre ore 11:00 nel tuo fuso orario

Gratuito

Registrati
92 Posti disponibili

Sulle rive del Mediterraneo, il grano e il pane sono simboli potenti, capaci di esprimersi in una incredibile diversità: di prodotti (pani, pasta, cus cus…), di forme, di lievitazioni, di varietà vegetali.

Una biodiversità che è stata drasticamente ridotta negli ultimi decenni, per via dell’introduzione di varietà commerciali e del dilagare di produzioni industriali, con inevitabili conseguenze sull’ambiente e sulla salute.

A questo si aggiunge la crisi senza precedenti che ha colpito la cerealicoltura, vittima di dinamiche finanziarie che determinano i prezzi del grano e – in alcune aree – della peggiore siccità di sempre. Molti, in particolare nelle aree interne, si arrendono e si trovano costretti ad abbandonare i territori o a cedere i propri campi ad aziende (spesso multinazionali) che investono sul fotovoltaico. Alcuni invece resistono, puntano su varietà tradizionali e su tecniche agroecologiche, creano filiere chiuse (dal campo al mulino e al forno) e scelgono così di farsi custodi del territorio e dare un futuro alle aree interne. In questo incontro, diamo voce agli attori della rete Slow Grains e ne ascoltiamo le esperienze di resistenza.

Introduce: 

Mimmo Pontillo, referente rete Slow Grains

Intervengono:

  • Paolo Bàrberi, professore associato di Agronomia e coltivazioni erbacee presso l’Istituto di scienze della vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, coordinatore del gruppo di ricerca in agroecologia della Scuola
  • Rossano Pazzagli, docente di Storia moderna presso l’Università degli Studi del Molise e direttore della scuola di paesaggio Emilio Sereni
  • Salvatore Ceccarelli, già professore ordinario di Genetica agraria presso l’Università di Perugia, autore di numerosi lavori scientifici, svolge ricerche in tutto il mondo sull’adattamento delle colture al cambiamento climatico a partire dalla genetica.
  • Alessandra Gioia, azienda cerealicola Chibo’ e Barbarigo, Petralia Sottana (Palermo)

Modera: Luca Martinelli, giornalista, autore, redattore del mensile Altreconomia

L’appuntamento è gratuito e aperto a tutti gli interessati. Per partecipare, è gradita la prenotazione online (basta cliccare sul bottone “Registrati” e lasciare la propria mail). Vi consigliamo di presentarvi 10 minuti prima dell’inizio dell’evento. L’organizzazione si riserva di riassegnare il posto in caso di assenza entro 5 minuti dall’inizio.

Terra Madre Salone del Gusto è un evento di Slow Food, Città di Torino e Regione Piemonte e ti aspetta a Parco Dora, Torino, da giovedì 26 a lunedì 30 settembre. Grazie al cibo possiamo riscoprirci parte della natura. #TerraMadre2024

Tematiche in questo evento

Tag in questo evento

Altre informazioni

Lingue dell'evento:
IT, EN

Luogo dell'evento:
Piemonte – Torino - Parco Dora, Parco Dora – Sergio Staino Arena
Ingresso Corso Mortara - Torino (Italy)
GPS: 45.0901115, 7.672939

Scopri altri eventi simili

Altri eventi in questo format

Skip to content