Cibo, clima, bellezza futura. Le tre talk di Anteprima Terra Madre

20 Maggio 2024

Dal 24 al 26 maggio, Anteprima Terra Madre riunisce al Maxxi Roma centinaia di giovani da tutta Italia affinché si confrontino su temi cruciali per il futuro di tutte e di tutti.

E affinché si facciano protagonisti di un cambio di rotta necessario nell’approccio politico ed economico, trasmettendo un messaggio di bellezza, speranza e felicità. I lavori di gruppo di Anteprima Terra Madre sono preceduti, nel pomeriggio del 24 maggio, da tre lectio magistralis tenute da tre figure di riferimento nel panorama ambientale, musicale e gastronomico – Sara Segantin, Eugenio Cesaro e Carlo Petrini. Vogliono essere tre momenti di approfondimento, di crescita e ispirazione, in vista delle successive attività in programma. Tutte e tre saranno disponibili in streaming online, per garantire al più ampio pubblico la possibilità di fruirne.

Ecco tutti i dettagli delle tre lectio magistralis di Anteprima Terra Madre.

24 maggio, ore 16:00 – Clima: una lectio di Sara Segantin

Severn Cullis-Suzuki, Greta Thunberg e il movimento FridaysForFuture, e con loro molte altre e molti altri. Con cortei, in dibattiti, flash mob, pensieri… Le giovani e i giovani di tutto il mondo si stanno mobilitando contro l’inazione nei confronti del cambiamento climatico in atto, indignandosi con i decisori politici accusati spesso di non aver fatto nulla, rubando di fatto il loro futuro. Più di tutti, a livello globale i giovani stanno evidenziando un’emergenza che non possiamo più ignorare: la specie umana sta intaccando le basi stesse della vita sulla Terra, come fosse cieca di fronte al proprio ruolo devastante.

Sara Segantin ha 25 anni ed è scrittrice, reporter e Ambassador per l’European Climate Pact. Collabora con Geo – Rai3 per servizi e approfondimenti inerenti la sostenibilità e la giustizia climatica. È autrice di Alika (Fanucci Editore 2019); STEPS. Giovani alpinisti su antichi sentieri (C.A.I. 2020); Non siamo eroi (Fabbri 2021); Il cane d’oro (Rizzoli 2023).

24 maggio, ore 16:30 – Bellezza futura: una lectio di Eugenio Cesaro

Il mondo appare bello affinché le creature viventi possano apprezzare di essere vive in esso. La vita ha sviluppato il senso del bello – e noi lo abbiamo ereditato – per farci sentire bene nel mondo, senza altre ragioni. La bellezza non è superficiale, non è “mera”, non è un lusso: è un retaggio degli esseri viventi. Non a caso, lo stesso Darwin propose un’integrazione alla teoria dell’evoluzione, accostando al meccanismo della selezione naturale e, con coraggio, scrisse della capacità della “semplice” estetica – della bellezza per la bellezza – di modificare il mondo. La bellezza è una promessa di felicità, è un orizzonte futuro a cui tutte e tutti dovremmo mirare.

Eugenio Cesaro, torinese, classe 1991, nel 2012 ha fondato la band Eugenio in Via di Gioia insieme ad altri tre musicisti torinesi. Quattro Lp all’attivo tra i quali Natura viva (2019) e un altrettanto impegno per l’ambiente. Insieme sono diventati alleati del movimento Fridays for Future, grazie ai loro testi d’impatto e che trattano spesso il tema ambientale sotto vari aspetti.

24 maggio, ore 17:00 – Cibo: una lectio di Carlo Petrini

Per molte persone accade almeno tre volte al giorno, ma spesso non ci facciamo quasi caso. Che si tratti di piante, funghi o animali, tutti i giorni ci sediamo e usiamo bocca e mani per incorporare il corpo di altri esseri viventi: prendiamo la loro vita e la trasformiamo nella nostra. Per noi, in quanto animali, mangiare significa incontrare altri esseri viventi, e vivere della loro vita. La vita si nutre di vita: è questo il cibo, vita. Nel senso più assoluto del termine. E la vita di tutte e di tutti dovrebbe nutrirsi di un cibo che sia buono, pulito, e giusto, che rimandi a un sistema di significati profondi, che sia ben più che un semplice prodotto da consumare. Il cibo è felicità, identità, cultura, convivialità, nutrimento, economia di territorio, sopravvivenza.

Carlo Petrini è gastronomo, sociologo, scrittore e attivista italiano. È fondatore di Slow Food e dell’Università di Scienze Gastronomiche, e ideatore di Terra Madre. Il suo pensiero su cibo, agricoltura e i molti temi ambientali e sociali connessi a questo argomento è contenuto in numerosi articoli, saggi, interviste e libri, tra cui Buono, Pulito e Giusto. Principi di una nuova gastronomia, (Einaudi 2005; Giunti/Slow Food editore 2016); Terra madre. Come non farci mangiare dal cibo, (Giunti 2009); Cibo e libertà. Slow Food: storie di gastronomia per la liberazione (Giunti/Slow Food Editore 2013); Terrafutura. Dialoghi con Papa Francesco sull’ecologia integrale, (Giunti/Slow Food Editore 2020); Il gusto di cambiare. La transizione ecologica come via per la felicità (scritto insieme a Gaël Giraud con Stefano Arduini, Libreria Editrice Vaticana/Slow Food 2023).

Anteprima Terra Madre – Cibo, clima, bellezza futura è al MAXXI Roma, dal 24 al 26 maggio. Anteprima Terra Madre è un incontro nazionale in cui i giovani possono confrontarsi e comporre un disegno, una prospettiva, visioni e azioni concrete. I lavori delle giovani e dei giovani sono preceduti da tre lectio magistralis che possono essere fruite da tutte e da tutti sulle homepage di slowfood.it e terramadresalonedelgusto.com. #TerraMadre2024 #bellezzafutura

Skip to content